Il coleottero che limita lo starnuto

August 21, 2015

Questa volta lasciamo in pace la Popillia japonica, che in questo momento è in forte diminuizione nelle zone del monitoraggio (Parco del Ticino Piemontese), per dedicarci ad un altro coleottero: OPHRAELLA COMMUNA.

 Questo insetto, poco preso in considerazione forse per i suoi colori non molto appariscenti, riveste una certa importanza per le persone particolarmente sensibili ai pollini.

Nello specifico l'Ophraella communa si dedica alla defogliazione delle piante di Ambrosia.

L'Ambrosia artemisiifolia è una specie molto diffusa e conosciuta in Italia a causa della sua forte allergenicità presente nei suoi pollini che si diffondono nell'aria principalmente nel periodo di agosto - settembre.

Data la presenza massiccia della pianta in aree incolte, alcune amministrazioni comunali hanno emanato ordinanze allo scopo di limitarne la diffusione. Il controllo della pianta può essere effettuato con sfalci ripetuti (in modo da non portare a maturazione la pianta) o lavorazioni meccaniche del terreno.

Un altro metodo, quello della lotta biologica, è il contenimento della specie vegetale tramite l'Ophrella communa che si nutre della pianta provoncandone la morte.

 Il coleottero compie più generazioni all'anno e svolge gran parte del suo ciclo sulla parte aerea della pianta. Sia le larve che gli adulti si nutrono delle foglie sulle quali vengono anche deposte le uova.

 

Insomma, non tutte le introduzioni accidentali nel nostro paese vengono per nuocere!

 

 

 

Please reload

Post recenti

November 17, 2016

Please reload

Archive
Please reload

Search By Tags
Follow Us
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square
CONTATTI

Studio Pegaso

Via Sant'Antonino 17

10020 - Riva presso Chieri (TO)

P.IVA/C.F. 09002080019

info@studiopegaso.eu

SOCIAL NETWORK
  • Wix Facebook page
  • Flickr Social Icon
  • YouTube Social  Icon
SCRIVICI
studio pegaso servizi agroambientali, torino, piemonte
Studio Pegaso – servizi agroambientali
Premendo il tasto invia si autorizza il trattamento dei propri dati personali,
ai sensi del D.lgs. 101/2018 e del Regolamento Europeo 679/2016 (GDPR)